BONUS BABY SITTING E CENTRI ESTIVI – SCADENZA 31 LUGLIO 2020

Job News | Luglio 2020


Di Nicol Ranzato Partner Job Consultant


L’INPS con il messaggio n. 2350 del 5 giugno 2020 comunica che è disponibile la nuova procedura per richiedere il Bonus per servizi di baby sitting COVID-19 fino al 31 luglio 2020. 

Con il D.L. Rilancio n. 34/2020, l’importo riconosciuto passa da 600,00 a 1.200,00 euro per famiglia o 2.000.00 euro per lavoratori dipendenti del settore pubblico e privato accreditato (medici/infermieri, tecnici di radiologia medica, di laboratorio, oparatori sanitari).

La domanda potrà essere presentata anche da coloro che abbiano già fruito del Bonus baby sitting per un importo massimo di 600,00 o 1.000,00 euro nella prima fase dell’emergenza e previsti dal D.L. Cura Italia, ottenendo così l’integrazione fino ai limiti stabiliti.

Un’importante novità del Decreto Rilancio prevede che tale Bonus venga erogato, in alternativa, direttamente al richiedente, per la comprovata iscrizione ai centri estivi, ai servizi integrativi per l’infanzia, ai servizi socio-educativi territoriali, ai centri con funzione educativa e ricreativa.

La platea dei beneficiari:

  • Lavoratori dipendenti del settore privato
  • Lavoratori iscritti alla gestione separata
  • Lavoratori autonomi iscritti all’INPS
  • Lavoratori autonomi/liberi professionisti iscritti a casse previdenza

Il Bonus spetta:

  • Ai genitori di figli di età inferiore a 12 anni
  • Anche in caso di adozione e affido preadottivo
  • Oltre il limite d’età di 12 anni, in presenza di figli con handicap in situazione di gravità
  • Erogato mediante libretto famiglia (sito INPS)

E’ prevista INCUMULABILITA’ fra il Bonus e utilizzo del congedo parentale straordinario previsto dal D.L. Cura Italia per un massimo di 30 giorni (estesa dal D.L. Rilancio)

Il Bonus non puo’ essere richiesto se uno dei genitori risulta percettore di NASPI, quindi disoccupato o riceve altro strumento di sostegno al reddito ovvero cassa integrazione.

Se il Bonus in questione si richiede per l’iscrizione a centri estivi/servizi per l’infanzia, lo stesso risulta incompatibile con il Bonus asilo nido erogato dall’INPS e pertanto il genitore dovrà rinunciare alle mensilità di copertura di quest’ultimo.

Come presentare la domanda:

  • Sul portale dell’Istituto www.inps.it accedendo al servizio dedicato con PIN dispositivo
  • Con Contact Center integrato dell’INPS
  • Tramite patronati

Con la circolare n. 73/2020 si chiarisce che non possono essere remunerate con il bonus per servizi di baby- sitting le prestazioni rese da familiari conviventi con il richiedente.

La custodia dei bambini da parte dei nonni può essere remunerata utilizzando il bonus baby-sitter ma il soggetto prestatore (nonno o nonna) non deve convivere con il lavoratore / lavoratrice che richiede il contributo.